Spot realizzato da Rifondazione Comunista in occasione delle elezioni politiche del 2006. Lo spot si presenta come una parodia di un reality show "Gente comune". Il conduttore del reality presenta i concorrenti del gioco che - specifica - "sono tutte persone reali". I protagonisti sono: Laura, una studentessa lavoratrice di 24 anni; Maria Teresa, una casalinga di 48 anni; Pietro, un ricercatore scientifico dell'università di 42 anni; Claudia, un'operaia appena licenziata di 35 anni; Alberto, un pensionato di 75 anni. Al termine della presentazione dei concorrenti il conduttore invita il pubblico a votare per decidere chi di loro rimarrà in gara. Lo spot cambia poi registro e lascia lo spazio ad un lungo appello del leader del partito Fausto Bertinotti ripreso in primo piano: "Basta con i reality, buttiamoli via, entriamo e cambiamo la realtà, cambiamo la nostra vita. Siamo diventati precari tutti, la precarietà non è una dannazione, non è un temporale, la precarietà c'è perché l'hanno voluta, l'hanno voluta loro, i governi delle destre, l'hanno voluta i padroni. Ma noi cambiare mondo, la nostra vita, la società italiana. Vogliamo un'Italia diversa, questo non è il Paese che ci meritiamo, ci meritiamo di più e di meglio, possiamo ottenerlo, se non ora quando? Adesso votiamo, cambiamo, cacciamo via questi e facciamo un Paese diverso".

Anno
2006
Partito/Committente
Partito della Rifondazione Comunista
Tipologia
Politiche
Tema
LAVORO
Lavoro
Disoccupazione
SOCIALE
Giovani
WELFARE
Pensioni
Università
Genere
Fiction
Mezzo busto/leader
CONDIVIDI